Dopo 11 mesi… un grazie

Fare un anno di volontariato non è una scelta che si fa così, dall’oggi al domani. Tuttavia, è un po’ per caso che mi sono ritrovata qui, in Italia, ad iniziare un anno di servizio.

Vengo dal Belgio, dove stavo studiando la musica e logopedia. Poi, ad un certo punto, mi sono venuti alcuni dubbi e ho sentito il bisogno di prendere un po’ di aria, di riflettere su alcune cose della mia vita in generale. Volevo dare un altro senso ai miei giorni aiutando la gente.

Mi hanno proposto l’Italia. Non sapevo niente dell’italiano ma, visto che mi piace tantissimo la lingua di questo paese, ho accettato subito. Era due mesi prima di andarci e non vedevo l’ora di partire, anche se avevo paura. Non sapevo cosa aspettarmi, cosa immaginare, allora non ho immaginato niente.

Sono arrivata qui, in una grande famiglia stupenda. Ho imparato tante cose e incontrato tanta gente. Gli ospiti dell’Asilo Valdese (casa di Riposo per persone anziane), anche mi hanno aiutata molto, anche se sono io che sono arrivata per aiutare loro.

L’Italia è così bella, ne ho approfittato per viaggiare dentro il paese e mi è piaciuto un sacco. Le montagne, il mare, le strade tutte diverse da una città all’altra …

Non dimenticherò mai quest’anno. Ritengo che è importante vivere grandi cose per sentirsi viva, qualsiasi sia per te la definizione di una grande cosa. Sarà quella l’ultima parola della storia, una bella avventura.

Grazie di tutto a tutti per l’accoglienza, la pazienza, le scoperte e i sorrisi

À bientôt,

Luisa

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s